L’agente di Doria: “Il ragazzo vuole fortemente l’Italia e Verona è la sua prima scelta”

Da un paio di stagioni il nome di Doria è accostato a squadre italiane. In passato il difensore brasiliano cresciuto nel Botafogofu proposto a Milan e Juventus prima di finire rocambolescamente all’Olympique Marsiglia . Oggi però Doria è tornato di moda nel mercato italiano e potrebbe arrivare già a gennaio: “Non andrà alla Lazio – ha dichiarato l’intermediario a SportMediaset.it -. C’è una trattativa avviata col Verona, sono ottimista”.

La sua storia è particolare. Dopo cinquanta presenze in Brasile, con tanto di esordio nella Seleçao nel 2013, il 20enne fu proposto a più riprese a diverse squadre italiane tra cui Juventus e Milan, ma senza la fumata bianca. Doria così finisce all’Olympique Marsiglia ma contro il parere di Marcelo Bielsa che per un braccio di ferro con la società francese (“non lo volevo, non l’ho chiesto” lo mette ai margini della squadra.
A gennaio però il trasferimento dalla Ligue 1 è praticamente scontanto con l’OM che non vorrebbe un prestito in Brasile e per questo è disposta a trattare con le società interessate in Italia.
“Non la Lazio però – ha raccontato in esclusiva a SportMediaset.it l’intermediario italiano, Riccardo Napolitano -. Il nome dei biancocelesti è stato fatto dal presidente del San Paolo, ma ho parlato con Tare e non rientra nei loro piani. Gli è stato proposto, come a tutti, ma non c’è alcuna trattativa”.
Nel futuro di Doria però c’è comunque la Serie A, fermata Hellas Verona:
“Con Sogliano sto parlando di Doria già dalla scorsa estate e ho la sensazione che qualcosa questa volta si muoverà”.
C’è già stato un contatto tra Verona e Marsiglia?
“La situazione si smuoverà presto. Ho parlato con Sogliano e c’è stata una bozza di offerta da parte dei gialloblù per un prestito con diritto di riscatto”.
C’è solo il Verona sul giocatore?
“Doria vuole fortemente l’Italia e Verona è la sua prima scelta. Ci sono altri club interessati, un paio dalla Spagna, ma il giocatore è affascinato dal calcio italiano e vuole giocare con campioni come Luca Toni. Per questo sta spingendo per venire a Verona”.
Ma l’OM sarebbe disposto a lasciarlo partire in prestito?
“Sì. Con i problemi con Bielsa, Doria non ha mai giocato un minuto, si allena solo con la maglietta del Marsiglia. Si parla comunque di un prestito di 18 mesi con diritto di riscatto e il giocatore potrebbe esplodere da un momento all’altro, poi qualcuno si mangierà le mani”.
A che punto è la trattativa?
“Sono abbastanza ottimista che l’affare possa concludersi presto”.

 

Fonte: Sport Mediaset

LASCIA UN COMMENTO

*