Le pagelle di Juventus-Verona – Difesa imbarazzante, Tachtsidis asfittico.

Panagi?t?s Tachtsid?s (Foto di Beretta Emiliano)

Rafael 5 – Ha grosse responsabilità sul primo gol (anche se la barriera non lo aiuta). Sugli altri gol è lasciato solo uno contro uno in balia degli attaccanti bianconeri. Intercetta e sfiora la palla sul rigore di Morata.

 

Sorensen 4 – Soffre molto le incursioni di Giovinco. Lento e Macchinoso, poco propositivo davanti, non accompagna mai l’azione e si fa saltare più volte. Patisce un vero e proprio incubo allo Juventus Stadium.

 

R.Marquez 4.5 – Oggi “El Gran Capitan” è solo “Capitan” (l’assenza di Toni gli ha regalato la fascia). Annaspa con tutta la difesa. In ritardo e colpevole in occasione di più di un gol. Nenè gli “ruba” la gioia del primo gol in maglia gialloblù che poteva almeno dargli una piccola, seppur futile, soddisfazione.

 

Rodriguez 4 – El Pelado oggi non replica le ottime prestazioni mostrate finora. Si fa umiliare da Pereyra più volte. È il gemello “cattivo” del gladiatore ammirato finora.

 

Agostini 4.5 – Pepe e Pereyra e Lichtsteiner lo mettono ripetutamente in difficoltà. Partita da dimenticare. Non scende quasi mai sul fondo e non offre cross alle punte

 

Tachtsidis 4 – In fase di impostazione, in quanto playmaker, dovrebbe prendere in mano la situazione, dettare i tempi alla squadra, velocizzare la manovra. Ma anche oggi una prova gravemente deficitaria su tutti i fronti, visto che anche in fase di copertura lascia a desiderare apparendo asfittico e a tratti abulico. Che sia giunta una giornata di riposo? Dal 20’st Greco 5 – Non offre vitalità e cambio di passo necessario. Ma certo non si poteva pretendere di più per oggi.

 

Campanharo 4.5 – Crea qualche spunto interessante, ma è piuttosto evanescente in fase offensiva. In fase di copertura lascia a lungo desiderare. Non offre di meglio anche quando Mandorlini lo sposta regista.

 

Hallfredsson 5 – Fa poco filtro a centrocampo. Offre qualche cross interessante. Ma niente più. Ci si aspetta di più da “ghiaccio bollente”. Anche se a centrocampo era forse l’unico a tentare almeno qualcosa. Dal 24’st Martic 5 – Non offre nulla di concreto e utile alla squadra. Un cambio effettuato più che altro per passare ad una difesa a cinque e non prendere un’imbarcata.

 

Valoti 4.5 – Non replica l’ottima partita contro il Parma. Un oggetto misterioso per tutto il match. È giovane, si farà, i colpi ce li ha, ma oggi partita da archiviare nel dimenticatoio.

 

N.Lopez 6 – È l’unico che ha cambio di passo e crea qualche spunto pericoloso per la difesa bianconera. L’unico ad impensierire seriamente Storari. Visto l’andamento generale della squadra fa anche troppo. Dal 38’st Cappelluzzo s.v

 

Nenè 5 – Altra prova insufficiente. Non fa salire la squadra e sbaglia troppi palloni facili. Va bene che fa gol, ma lo “ruba” a Marquez. Apprezzabile almeno che mostri in questa occasione l’istinto dell’attaccante.

 

Mandorlini 4 – Schiera un 4-3-1-2 con centrocampo a rombo che subisce la partita sulle fasce esterne, ma nonostante il folto centrocampo la Juventus “sfonda” anche in mezzo. Atteggiamento troppo timido, baricentro bassissimo, squadra spenta e priva di vitalità. Timore reverenziale che regna sovrano, film già visto troppo con le big italiane.

A cura di Luca Valentinotti – Twitter @LucValentinotti

LASCIA UN COMMENTO

*