Le Pagelle di Verona-Roma – Moras muro difensivo, Jankovic decisivo

Vangelis Moras (Foto di Beretta Emiliano)

Benussi 5.5 – Sul gol di Totti non risponde in maniera impeccabile. Appare in ritardo. Per il resto ordinaria amministrazione.

 

Pisano 6 – fatica molto nel primo tempo quando Gervinho lo punta. Nella ripresa invece è attento e non corre particolari rischi.

 

Moras 7 – Poche sbavature e sempre concreto nei contrasti. Uno dei migliori del match. Muro difensivo greco su cui sbatte la Roma.

 

Marquez 6 – A parte qualche momento di poca lucidità dove non riesce a contenere gli attaccanti giallorossi, controlla per quasi tutto il match e qualche volta gioca d’anticipo.

 

Brivio 6 – Nel primo tempo soffre molto sia Florenzi che Gervinho. Nella ripresa contiene bene ma spinge troppo poco davanti.

 

Tachtsidis 6 – Se Totti ha tanto spazio per tirare e mirare la principale colpa è la sua. In certe situazioni non copre come dovrebbe. Nella ripresa è uno dei migliori, è propositivo e fa ripartire bene l’azione.

 

Hallfredsson 6.5 – Pimpante, reattivo, accompagna bene le azioni ed è sempre combattivo su ogni pallone. Fondamentale il suo apporto a centrocampo

 

Ionita 6 – Poco lucido in fase di impostazione nella prima frazione. Nel secondo tempo “fa legna” in mezzo al campo e mette grinta e corsa. Dal 24’st Obbadi s.v

 

Gomez 6 – È molto sacrificato sulla fascia perché deve coprire e aiutare Pisano. Davanti offre qualche spunto ma è poco concreto negli ultimi metri. Dal 38’st Lazaros s.v

 

Toni 6 – Sbaglia qualche appoggio di troppo. Lotta sempre su ogni pallone ma qualche volta esagera nel tenere palla e dribblare. L’arbitro non lo tutela in alcuni falli aerei.

 

Jankovic 6.5 – Esordio dal primo minuto dopo una lunga assenza. Appare vivace anche se non fa nulla di trascendentale. Realizza il pareggio con un bel colpo di testa e con la complicità di Keita. È l’episodio decisivo del match. Dal 24’st Greco s.v

 

Mandorlini 6 – Conferma il 4-3-3. La squadra dimostra di esserci, soprattutto dopo il pareggio tiene il baricentro alto e fa pressing sui portatori di palla giallorossi. Azzecca la scelta di far giocare Jankovic. Complice anche una Roma non irresistibile, strappa un punto d’oro. Domenica a Cagliari si giocherà per la salvezza: è la partita decisiva dell’anno.

 

A cura di Luca Valentinotti – Twitter @LucValentinotti

 

 

LASCIA UN COMMENTO

*