L’Hellas gioca bene e conquista 3 punti a 18 carati

La seconda giornata del campionato di serie A che vede scendere in campo Lecce ed Hellas Verona.

Le due neopromosse si sfidano stasera con in palio 3 punti importanti per l’obiettivo salvezza. Gli scaligeri arrivano alla contesa con un buon punto conquistato nel match casalingo con il Bologna e stasera hanno l’occasione di confrontarsi con una compagine di pari livello.

Inizia la partita e i locali sembrano aver iniziato con il piglio giusto e meglio dei nostri. Verso il decimo minuto il Verona cresce a vista d’occhio e vuole comandare in terra Pugliese dimostrando per lunghi tratti di avere forse qualcosa in più degli avversari, soprattutto a livello di grinta. Al 20esimo palo clamoroso del Verona: corner battuto da Veloso, Rrahmani colpisce di testa servendo Zaccagni che colpisce in pieno il legno.

Il Lecce fa fatica e può solo provare a contenere i nostri. I gialloblù continuano a cercare di passare in vantaggio e a metà della prima frazione è Faraoni a provarci con un potente tiro da fuori.

È un bel Verona, ben messo in campo che dimostra ottima condizione fisica e bel fraseggio di gioco, forse avrebbe meritato qualcosa di più in questa prima frazione di gara che si chiude sullo 0 a 0.

Senza cambi inizia la ripresa e come nel primo tempo partono meglio i giallorossi. Al 13esimo primo cambio per Juric: fuori Tutino dentro Verre. I Veronesi ci provano cercando passo passo con semplicità di trovare la via del gol con tiri dal limite dell’area.

Altro cambio per Juric: fuori Henderson dentro il nuovo arrivato Pessina. Proprio gli scaligeri sembrano aver meno benzina in corpo e faticano a creare azioni d’attacco. Ultimo cambio: fuori Kumbulla dentro Bocchetti.

All’80esimo si sblocca il match: ripartenza del Verona palla dentro di Zaccagni velo di Verre e gol di Matteo Pessina. Il Lecce ora prova a tutti i costi a pareggiarla ma i nostri cercando di controllare la gara. All’86esimo Mancosu costringe alla patatina Silvestri.

Ottimi 3 punti con un successo importantissimo conquistato ok terra pugliese dai gialloblù.

TABELLINO

LECCE: Gabriel, Lucioni, Benzar (58 Rispoli), Mancosu, Lapadula, Falco, Shakhov (65 La Mantia), Rossettini, Majer, Dell’Orco (81 Calderoni), Tachtsidis. All.: Liverani.

HELLAS VERONA: Silvestri, Rrahmani, Kumbulla (77 Bocchetti), Gunter, Faraoni, Amrabat, Henderson (73 Pessina), Veloso, Lazovic, Zaccagni, Tutino (59 Verre). All.: Juric.

Arbitro: Juan Luca Sacchi (sez. AIA di Macerata)

Assistenti: Rodolfo Di Vuolo (sez. AIA Castellammare di Stabia) e Valerio Colarossi (sez. AIA Roma 2)

Stefano Pozza
Dopo il diploma di maturità classica, mi sono laureato in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Padova. Dal marzo 2012 sono iscritto all'Ordine dei Giornalisti, elenco pubblicisti. Nella vita di tutti i giorni lavoro come Buyer, e coltivo due grandi passioni: la politica e il giornalismo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*