L’Hellas perde il treno diretto per la A, vince il Palermo

La 32^ giornata del campionato di Serie B vede scendere in campo Palermo ed Hellas Verona nel posticipo del lunedì sera.

Inutile dire quanto sia fondamentale nella corsa alla Serie A questo match, contro un avversario tosto e difficile. Una grande chance per riaprire la corsa alla promozione diretta.

Discutibili le scelte di mister Grosso che conferma per 10/11 la formazione che ha pareggiato con il Brescia a lascia in panchina il bomber gialloblù preferendogli un Di Carmine che nelle ultime giornate non è certo sembrato essere in splendida forma.

Inizia la contesa e le due compagini da subito dimostrando grande aggressività e voglia di vincere; nei primi dieci minuti è più Verona che riesci due volte ad avvicinarsi alla porta, ma con il passare dei minuti i locali crescono. Una bella sfida con tanta velocità, molta qualità e grande energia, ne giova lo spettacolo.

Con il passare del tempo i rosanero crescono molto e chiudono in difesa gli Scaligeri che tengono bene in difesa. Sullo 0 a 0 si chiude la prima frazione di gara. Con gli stessi 22 si riparte e il Palermo dopo solo 50 secondi la sblocca: biglia in area di Moreo, la difesa gialloblù non sale e Nestorovski insacca l’1 a 0.

Mister Grosso prova a cambiare ed inserisce al 54esimo Henderson per Faraoni. I gialloblù non riescono ad alzare la testa mentre il Palermo crea molto e gioca bene. Al 64 Di Gaudio ha sui piedi in occasione d’oro, ma a tu per tu con Brignoli spara la biglia altissima. Clamoroso errore. Arriva il turno di Pazzini che subentra al 66 al posto di Di Carmine. Per proteste viene espulso mister Fabio Grosso.

Squadre molto lunghe in campo con la differenza che locali tirano in porta mentre il Verona no. Arriva il turno al 76esimo di Ryder Matos che dopo 2 mesi torna in campo e sostituisce Di Gaudio. A meno cinque dal termine tripla clamorosa occasione per l’Hellas, che trova tre miracoli su Matos, Lee e Balkovec. Nel finale viene espulso il palermitano Bellusci per doppia ammonizione.

Il direttore di gara concede 6 minuti di recupero al termine dei quali i locali vincono meritatamente per 1 a 0. L’Hellas butta via una grande occasione, l’ennesima, e perde un treno importante dicendo praticamente addio alla promozione diretta in serie A.

Tabellino:

PALERMO: Brignoli, Bellusci, Rajkovic, Jajalo, Moreo (76 Puscas), Trajkovski (86 Pirrello), Aleesami, Szyminski, Nestorovski, Haas, Murawski (86 Fiordilino). Allenatore: Stellone.

HELLAS VERONA: Silvestri, Bianchetti, Dawidowicz, Empereur, Balkovec, Faraoni (54 Henderson), Gustafson, Zaccagni, Lee, Di Carmine, Di Gaudio (76 Matos). Allenatore: Grosso.

Arbitro: Antonio Giua (sez. AIA di Olbia)

Assistenti: Giovanni Baccini (sez. AIA di Conegliano) e Vito Mastrodonato (sez. AIA di Molfetta)

CONDIVIDI
Stefano Pozza
Dopo il diploma di maturità classica, mi sono laureato in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Padova. Dal marzo 2012 sono iscritto all'Ordine dei Giornalisti, elenco pubblicisti. Nella vita di tutti i giorni lavoro come Buyer, e coltivo due grandi passioni: la politica e il giornalismo.

LASCIA UN COMMENTO

*