L’Hellas scippato di 5 milioni dalla Lega di B

La Lega B ha introdotto un contributo di solidarietà a carico delle tre squadre retrocesse dalla massima serie. Si sta parlando di una quota da versare a dicembre, corrispondente al 20% del paracadute ottenuto dalla retrocessione. Tale quota verrà poi ridistribuita in parti uguali fra le altre 19 squadre di Serie B.

Tutte felici le 19 società che ricevono il regalo, arrabbiatissime ovviamente Verona, Crotone e Benevento, ma ancora una volta la dimostrazione che in Italia le decisioni vengono prese in malo modo, senza preavviso e senza criterio. Il paracadute era nato per aiutare le società retrocesse in Serie B ad avere una caduta ammortizzata, visti gli stipendi e gli staff notevolmente maggiori in A e il crollo degli introiti televisivi in B. Inoltre le società retrocesse già da oltre un mese stanno programmando la loro stagione contando anche su questi soldi.

E come al solito in Italia, arriva un presidente qualsiasi che cambia le regole volute da una Lega non presieduta da lui, che cambia destinazione d’uso a soldi che erano stanziati per altro e, soprattutto, lo fa a stagione iniziata.

Queste le parole di questo presidente, Mauro Balata, che rappresenta la Lega di Serie B: “Il provvedimento è una risposta al cosiddetto paracadute riservato dalla Lega Serie A alle formazioni retrocesse. Si tratta di un’iniziativa già studiata da mesi, su cui è stato fatto un bilancio approfondito ma sereno, e che entrerà in vigore a partire dal mese di dicembre”.

D.Con.

LASCIA UN COMMENTO

*