L’onda lunga di Sean: Gollini 

Sconfitte a parte (troppe), inquadriamo Gollini, campione in erba dal grande avvenire. Invenzione di Sogliano, che Setti certamente contabilizzerà con un’idiscutibile plusvalenza, “Pigi'” non para, cattura. Se ne sono accorti gli amici viola quando l’ex Manchester ha detto no a Kalinic salvando il punto del “Franchi”. Lo hanno notato domenica i napoletani, costretti agli straordinari per riuscire a bucarlo. Chiedere a Gabbiadini per la conferma. 

La performance del “San Paolo”, così come le precedenti, non è passata inosservata e i giornalisti campani nel dopo gara hanno iniziato ad insidiare il futuro del nostro campioncino con domande di mercato più o meno radiocomandate. 

Come detto, Setti pregusta la plusvalenza imminente: dopo la cessione di Sala, anche lui e Ionita (tutti e tre parametri zero del caro vecchio Sean), gli faranno fare cassa. Oltre ai 25 milioni di paracadute della probabilissima retrocessione, altri 6/7 almeno entreranno dalla cessione di Super Gollo. 

Un ragazzo che entusiasma, strappa applausi e lascia la sensazione di essere costantemente in crescita. Un giovane numero uno di grandi doti: fuori dal comune l’istinto, ha senso della posizione, è esplosivo nel colpo di reni e nonostante l’età copre i pali come fosse un veterano. Niente male per un ventunenne. 

M.Cor.

LASCIA UN COMMENTO

*