Mandorlini: “Avanti così, la strada è giusta”

Le dichiarazioni dell’allenatore gialloblù, Andrea Mandorlini, rilasciate a Sky Sport e Telenuovo al termine della sfida Hellas Verona-Rubin Kazan, secondo test match del ritiro estivo #Racines2014.

IL TEST CONTRO IL RUBIN
“Abbiamo cambiato tanti uomini, e contro il Rubin è stato il primo test importante. Abbiamo affrontato una squadra che esordirà in campionato fra pochi giorni, siamo contenti e abbiamo fatto un piccolo passo avanti. Si è cominciato a fare seriamente, iniziamo a mettere minuti importanti nella gambe dopo tanto lavoro. Proseguiamo con questo atteggiamento, qualche idea c’è e le svilupperemo. Crescono anche le conoscenze dei nuovi arrivati e sono molto felice”.

TANTI ESPERIMENTI
“Abbiamo provato il 4-3-1-2, ma vedremo se utilizzarlo o meno perché ci vuole sacrificio a coprire il campo giocando in questo modo. Il ritiro è il periodo giusto per provare queste ipotesi tattiche. Conta che la squadra faccia i punti, Gomez lo conosco e lui è una garanzia, mentre i più giovani devono ancora crescere”.

ESORDIO TACHTSIDIS
“E’ tornato a casa dopo alcuni anni, e vedo che non si è dimenticato alcuni concetti tattici. Aveva voglia di giocare, lo si è visto dall’ultimo allenamento e sta crescendo come condizione. Lui ha struttura fisica, deve migliorare l’aspetto difensivo, ci dà fisicità e verticalità nel gioco”.

TONI-GOL
“Anche lo scorso anno abbiamo cominciato con un suo gol, va bene così. Al di là di Toni sono molto contento anche di come si sono espressi i nuovi acquisti. Siamo fiduciosi di aver fatto le scelte giuste, anche se sarà sempre il campo a parlare”.

ADDIO ROMULO
“Romulo è un giocatore fantastico, ha fatto una stagione incredibile. L’ho salutato perché credo che questa sia stata l’ultima sera per lui qui con noi, ormai siamo ai dettagli e c’è sempre rammarico nel lasciar partire un calciatore così. Arriva comunque in una grande squadra, gli faccio i miei migliori auguri ma noi guardiamo avanti, e sono molto contento di quanto visto contro il Rubin Kazan”.

IL NOSTRO OBIETTIVO
“Resta la salvezza. L’anno scorso abbiamo raggiunto questo traguardo con anticipo, speriamo di avere la stessa opportunità anche questa volta, anche se sognare non costa niente”.

MERCATO E NUOVI ACQUISTI
“Stiamo lavorando. Arriverà Rodriguez e qualcosa faremo, il mercato è ancora lungo. Siamo una squadra che è cambiata, ci stiamo ritrovando e sono molto fiducioso. Vedo lo stesso spirito dello scorso anno. Chanturia fa ottime cose, viene da un periodo di inattività e per questo è un po’ indietro con la condizione. Obbadi ha dimostrato di saper giocare a calcio, l’anno scorso militava nel Monaco, squadra di campioni. Ha qualità tecnica e recupero”.

PRONOSTICI PER LO SCUDETTO
“La favorita resta sempre la Juventus, ma Roma e Napoli si sono avvicinate molto. I bianconeri si sono rinforzati, anche con l’inserimento di Romulo, però la distanza è diminuita tantissimo e quest’anno sarà più difficile. Abbiamo venduto Jorginho al Napoli, quest’anno abbiamo dato Iturbe alla Roma e Romulo alla Juventus, e per questo dobbiamo andare orgogliosi di quanto fatto dal Verona. Io mi prendo una piccola parte di merito per quanto dimostrato in campo da dei ragazzi fantastici, ma poi è stata brava la società nel farsi trovar pronta, nello scovarli e nel portare avanti le trattative”.

Fonte: Ufficio Stampa Hellas Verona F.C.

LASCIA UN COMMENTO

*