Mandorlini: “Cassano e’ forte ma penso solo al Genoa”

Le dichiarazioni dell’allenatore gialloblù, Andrea Mandorlini, rilasciate durante la conferenza stampa in vista della partita Genoa-Hellas Verona.

TORNIAMO A FARE RISULTATO
“Il ritiro anticipato? Staremo un giorno in più insieme. Abbiamo valutato tutti i fattori, è una trasferta lunga e partendo un giorno prima riusciremo a smaltire meglio il viaggio. La partita con il Genoa? Vedremo come lo affronteremo, hanno esterni veloci, in più hanno comprato Borriello. Penso ai nostri problemi e a come risolverli, penso a recuperare i calciatori ancora infortunati, solo questo mi interessa. Ho visto la partita che il Genoa ha giocato contro la Lazio, sono cambiati molto durante il mercato ma hanno mantenuto una buonissima classifica. Il campionato italiano è molto difficile, anche se non propone un gioco splendido. Bisogna stare sul pezzo, il risultato positivo è la medicina giusta per tutti, in alcune occasioni lo avremmo meritato, la vittoria ci manca. Andremo a Genova alla ricerca del risultato. Il confronto con il direttore Sogliano? Da un po’ di tempo si voleva parlare alla squadra, i confronti ci sono sempre. Sogliano parla spesso ai calciatori, indipendentemente che si vinca o che si perda. La situazione degli infortunati? Obbadi non sarà convocato, ha svolto solamente giovedì la prima seduta con il gruppo. Si allenerà qui sabato e domenica, dalla prossima settimana sarà definitivamente con noi. Sala? Il suo infortunio è meno lungo del previsto, potrebbe rientrare fra una settimana o quindici giorni. Jankovic? Verrà a Genova, si è allenato tanto, ha giocato qualche partitella in famiglia nelle ultime settimane ed è pronto. Torna a giocare contro la sua ex squadra, è un ragazzo positivo e siamo contenti di averlo recuperato. Ritorno al 4-3-3 con Gomez e Jankovic? Conta di più il recupero dei calciatori, quello ti dà più scelte. Juanito conosce l’ambiente e sa bene da dove arriviamo, il suo recupero è importante soprattutto dal punto di vista dello spirito. Lui, insieme a Rafael e Hallfredsson, ha conquistato con fatica certi traguardi e sa cosa significa lottare. E’ fondamentale per trasmettere certe sensazioni ai nuovi arrivati”.

IL NOSTRO SPIRITO E’ SEMPRE UGUALE
“La nostra difesa? Il valore assoluto dei calciatori è alto. La fase difensiva è un discorso di squadra, che riguarda la tecnica, la tattica, il fisico e la personalità. Stiamo commettendo qualche errore, dovuto forse alla poca concentrazione in certi momenti della gara. Dobbiamo essere tutti più bravi, facciamo tutti di più perché non prendere gol è fondamentale per vincere e fare risultato. Marquez in campo? Non l’ho ancora visto, era in permesso. Valuterò le sue condizioni, si è sempre fatto trovare pronto e decideremo insieme all’ultimo momento. Pisano sulla destra? Ci ha dato un’ alternativa, può giocare come terzino o come esterno in un centrocampo a 5. Ci dà altre caratteristiche rispetto a Martic, siamo contenti e ci può dare una mano. Contro il Torino ha giocato una buona partita. Rafael? Ha avuto un problema alla spalla, valuteremo le sue condizioni. Il nostro spirito? E’ passato tanto tempo dalla rimonta contro il Genoa dell’andata. In questa squadra lo spirito c’è, è sempre stato così, non è mai andato via. I risultati ti fanno perdere un po’ il contatto con la realtà, ma ho fiducia e dobbiamo fare di più rispetto a quello che stiamo facendo. Lotta salvezza? Noi guardiamo a casa nostra. Ci sono 5-6 punti di distacco che restano importanti. Dobbiamo pensare a fare bene, a fare punti per la nostra squadra”.

GRAZIE SAMP PER LA DISPONIBILITA’
“Rifinitura a Bogliasco? Sarà possibile grazie alla disponibilità della Sampdoria, che ci darà i campi. C’è un grande gemellaggio, sarebbe bello fare risultato a Genova anche per i nostri amici blucerchiati”.

COMPLIMENTI ALLA PRIMAVERA
“Primavera in semifinale alla Viareggio Cup? Faccio i miei complimenti a tutto il gruppo. Gollini sta facendo imprese, para tutti i rigori, sarà dura tenerlo a freno quando tornerà (ride, ndr). Hanno fatto un’impresa importante, società e tifoseria devono essere contenti. Incrociamo le dita e speriamo vada ancora meglio. Qualche predestinato in Primavera? Gollini è già in orbita prima squadra, Fares ha esordito, Cappelluzzo starà con noi quando tornerà. La prima squadra deve sempre guardare al Settore Giovanile, i risultati non arrivano mai per caso e allenarsi con i grandi può fare solo che bene ai giovani. Donsah? Ha qualità, lo abbiamo fatto esordire noi lo scorso anno. E’ stata un’operazione importante per la società. E’ giovane, ha potenzialità e siamo contenti per lui”.

CASSANO? FORTE, MA PENSO SOLO AL GENOA
“Se io e Toni abbiamo parlato di Cassano? Non ne ho mai parlato con Luca, anche se Antonio è un grandissimo calciatore. Dobbiamo pensare alla partita di Genova, per tutto il resto bisogna parlarne con la società. Contro il Genoa dovremo essere una squadra solida”.

Fonte: Ufficio Stampa Hellas Verona FC

LASCIA UN COMMENTO

*