Mandorlini: “Sogliano sta bene vicino a me. Toni deciderà da solo. Iturbe? Roma deve dargli tempo”

Le dichiarazioni dell’allenatore gialloblù, Andrea Mandorlini, intervenuto alla trasmissione radiofonica “Tutti convocati” su Radio24 condotta dai giornalisti Carlo Genta e Pierluigi Pardo.

 

FIORENTINA? LA VITTORIA PIU’ IMPORTANTE

“Con la Fiorentina la vittoria più bella? No, forse la più importante, speriamo ne arrivino altre (ride, ndr). Con le grandi abbiamo avuto la vittoria col Napoli e con la Fiorentina, e abbiamo pareggiato con Inter, Roma e Milan. Abbiamo cambiato tanto abbiamo avuto momenti buoni e momenti di difficoltà. Perdere con la Lazio poteva starci, anche con l’Inter abbiamo fatto bene, poi abbiamo fatto errori che abbiamo pagato. Se siamo stati più sfacciati dei viola? Forse sì, abbiamo fatto un risultato importante, vincendo in un campo difficile. Mancano ancora 7 gare, adesso arriva il bello. Non arriveremo agli stessi punti dell’ anno scorso ma abbiamo la possibilità di divertirci”.

 

IL MIO RAPPORTO CON SOGLIANO

“Il mio rapporto con Sogliano? Siamo insieme da tre anni, abbiamo fatto tanta strada insieme. Ed è bravo a scovare giocatori, io ad allenarli (ride, ndr). Se andrà al Milan? Si legge e si sente di tutto, la verità la sa lui. Io lo vedo bene vicino a me”.

 

IL FUTURO DI TONI

“Cosa farà Toni l’anno prossimo? Gli stimoli ci sono, però un anno in più è un anno in più, magari arriva il decadimento fisico (ride, ndr). Scherzi a parte, finché rimane così… non so, deciderà lui”.

 

ITURBE? DIAMOGLI TEMPO

“Come mi spiego le difficoltà di Iturbe? Non so, è difficile trovare una spiegazione, Roma è piazza diversa, magari il gioco del Verona, basato sulle ripartenze, andava meglio per le sue caratteristiche. Immaginavo che Manuel avrebbe potuto incontrare qualche difficoltà, ma non immaginavo così tante. È giocatore di qualità, con una buona gamba, rapido, capace di fare gol. Secondo me bisogna solo avere pazienza, a Verona i fatti sono stati diversi, ha fatto tanti gol e molti assist, è un giocatore incredibile. Anche Ljajic il primo anno alla Roma ha avuto delle difficoltà e quest’anno sta facendo molto bene: diamo tempo anche a Manuel”.

 

Fonte: Ufficio Stampa H. Verona F.C.

LASCIA UN COMMENTO

*