Mandorlini: Verona? ”Le emozioni sono cose mie personali”

Queste le dichiarazioni di Andrea Mandorlini allenatore della Cremonese ma con un passato importante all’Hellas Verona, alla vigilia dell’11^ giornata del campionato di Serie B:

Il passato al Verona

A Verona sono stati anni importanti, ma mi sono ripromesso di non parlarne. Le emozioni sono cose mie personali. Ora penso solo ed esclusivamente alla Cremonese: qui ci sono tutte le carte in regola per fare bene, serve solo un po’ di pazienza”

Le scelte di formazione

“Croce e Terranova sono tornati in gruppo, Kresic ha un piccolo fastidio e valuteremo le sue condizioni con attenzione, così come con massima attenzione abbiamo valutato quelle di Brighenti martedì. Lui è ora disponibile al 100 per cento, ed è disponibile anche Carretta che ha disputato una buona partita”.

Come battere il Verona?

“Sarà fondamentale l’atteggiamento, che dovrà essere quello di una squadra che ha un’idea precisa di gioco anche se alle prese con limiti dovuti al contingente”.

Il filone negativo di risultati

“Penso che sia con il Benevento che con il Venezia l’approccio sia stato positivo, poi però abbiamo commesso errori pagati a caro prezzo. Nonostante questo siamo in credito, in classifica meriteremmo qualcosa in più, però i se e i ma contano poco. Conta il lavoro, e noi dobbiamo continuare a credere in questo, e risulta fondamentale recuperare giocatori importanti. Purtroppo per adesso abbiamo lavorato tanto e portato a casa poco. Sono convinto che noi faremo bene in questo campionato: le sconfitte non scalfiscono le mie idee sulla nostra squadra e anche la gente dovrebbe continuare a pensare positivo”.

LASCIA UN COMMENTO

*