Mercato settore giovanile. Una miriade di acquisti. Razzia al vecchio Chievo

Da più parti sono arrivate critiche al Verona per non aver approfittato del fallimento dei cugini del Chievo per portare dall’altra sponda dell’Adige qualche profilo interessante. Vignato Junior è andato al Monza, Semper al Genoa, Zuelli alla Juve U23, mentre Mattia Viviani è vicinissimo alla Salernitana. Però l’Hellas si è mosso sottotraccia e ha compiuto delle mosse non appariscenti oggi, ma ottime in ottica futura e di fatto si è preso ben sette giocatori del settore giovanile clivense per la Primavera di Corrent o per l’Under 18 di Bocchetti.
Oltre ai due 2004 annunciati nei giorni scorsi, Boseggia e Verzini, Massimo Margiotta ha fatto una vera e propria razzia di giovani ex Chievo. In un sol boccone si è preso a parametro zero Filippo Fabbian (2005), Michele Garnero (2005), Matteo Spagnolli (2006), Giovanni Scalco (2004) e Inigo Mathew Esmanech (2006).
Oltre a loro, la società ha deciso di aggiungere nel settore giovanile un altro gruppo di giocatori. Sono arrivati a titolo definitivo Gasparoni (2004), dalla Pro Vercelli, Caia (2003) dal Livorno, Pinelli (2006) dal Padova, Minnocci (2004) svincolato dal Nettuno, lo sloveno Bosilj (2002) dl’Alukinji, il francese Ebengue Ewelan (2003) dal Troyes e il ghanese Sulemana (2003) svincolato. Poi sono arrivati i prestiti, praticamente tutti con diritto di riscatto: Grassi (2003) dall’Atalanta, Redondi (2003) e Menegatti (2004) dall’Inter, Schirone (2003) dalla Cremonese, Colistra (2003) dall’Ascoli.
Una rivoluzione, resa necessaria dalla creazione della nuova categoria Under 18 e dalla promozione in Primavera 1 della squadra di Corrent che andava necessariamente rinforzata. Nel considerare la campagna acquisti gialloblù, va sicuramente dato atto anche degli investimenti importanti fatti nel settore giovanile.

Damiano Conati

Sono nato a Verona nel 1982, sono sposato e ho tre bellissimi bambini. Laureato in Scienze della comunicazione, sono iscritto all'Ordine dei Giornalisti dal 2005. Giá collaboratore di molte testate locali, presidente di una società di basket, ho vissuto tre anni in missione in Brasile e attualmente lavoro come operatore sociale in Caritas Verona.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*