Moras: “In testa solo l’Hellas”

Moras ai microfoni di Bella&Monella parla a ruota libera del mondo Hellas. “Il mio contratto – rileva – è stato allungato perché tra me e la società c’era un accordo. Tra me e questa maglia il legame è molto speciale. No, non ho mai pensato di andare via o di accordarmi con altri club: il mio pensiero è sempre stato quello di rimanere a Verona. L’anno prossimo la squadra parlerà ancora più greco con l’innesto del mio amico Lazaros, un buon giocatore. Non so dove Mandorlini abbia intenzione di farlo giocare, so solo che ha grandi qualità e che il mister saprà sfruttarle al meglio. Io capitano? sarebbe un onore ma non è fondamentale. Con o senza la fascia di capitano dico sempre quello che devo dire, nello spogliatoio come in campo. Per quanto riguarda invece il capitolo Nazionale, il fatto che ora il mio paese sia guidato dal tecnico italiano Ranieri è per me un vantaggio: ciò significa che le mie possibilità di essere nuovamente convocato cresceranno ancora, considerato che il nuovo CT conosce bene la serie A. Io penserò prima al Verona, solo se darò il massimo qui potrò arrivare in Nazionale”.

LASCIA UN COMMENTO

*