Nene’: “Il pareggio era il risultato più giusto”

Le dichiarazioni dell’attaccante gialloblù, Nenè, rilasciate al termine della partita Hellas Verona-Chievo (0-1).

DERBY? LA SCONFITTA E’ UNA FERITA
“Il derby? La sconfitta è una ferita per noi e per i tifosi, in spogliatoio eravamo tristi per aver perso. Abbiamo lavorato tutta la settimana per preparare questa partita, in cui abbiamo giocato bene e per vincere. Io e Toni? Mandorlini ci ha chiesto di giocare sempre l’uno vicino all’altro, di aiutare la squadra nei momenti di difficoltà e di impegnarsi in attacco. Il gol del Chievo? Era fuorigioco, hanno sbagliato arbitro e guardialinee, in una partita del genere non può succedere. Nel primo tempo c’era anche un rigore non fischiato a Luca Toni, era impossibile non vederlo. Sapevamo che la partita sarebbe stata difficile, abbiamo perso ma ritengo che il pareggio fosse il risultato più giusto. Noi abbiamo fatto la partita mentre loro non hanno avuto occasioni da rete, hanno cercato di difendere e di ripartire. Siamo entrati in campo con la cattiveria giusta, non siamo stati puniti da un errore nostro ma dell’arbitro. Ora continuiamo per la nostra strada, facciamo il nostro lavoro e rimaniamo tranquilli”.

ALZIAMO LA TESTA E CONTINUIAMO A LOTTARE
“Alziamo la testa, passeremo un Natale un po’ difficile ma continuiamo a lottare. Con il nuovo anno ci sarà tanto da fare, recuperiamo un po’ le energie e pensiamo a essere al 100% per l’anno nuovo, per vincere ogni partita che giocheremo. Se ci preoccupa la classifica? Prima arriviamo alla salvezza, meglio è. Finché non raggiungiamo il nostro obiettivo sarà sempre una classifica preoccupante. La Serie A è difficile, se non vinci scendi in basso. Dobbiamo cercare di ripartire al più presto e andare a caccia di punti”.

LAVORERO’ PER NON SBAGLIARE PIU’
“Il mio momento? Ho sbagliato un gol di testa, dove non ho colpito bene la palla, mentre la rovesciata è stata respinta da un difensore. E’ un periodo particolare, dove la palla non vuole entrare, ma vado comunque avanti e cercherò di lavorare per non sbagliare più. La mia prestazione? Ho avuto delle occasioni, nel derby certi gol non si possono sbagliare. Io cerco sempre di fare il massimo, con il Chievo ho fatto bene e ringrazio l’allenatore per avermi dato questa opportunità. Voglio sfruttare ogni occasione, ho saputo di giocare negli spogliatoi, quando ho visto il mio nome inserito in formazione. Il mio bilancio personale? Ho giocato tre partite da titolare, ma sono sempre a disposizione di Mandorlini per cercare di fare il massimo. Voglio dare una mano al Verona per arrivare dove dobbiamo arrivare”.

Fonte: H. Verona FC

LASCIA UN COMMENTO

*