Non è cambiato nulla, Hellas ancora nel baratro sconfitto 2 a 1 dal Lecce

La 26^ giornata del campionato di Serie B vede scendere in campo Lecce ed Hellas Verona nel turno infrasettimanale.

I gialloblù arrivano da due importanti vittorie, non belle dal punto di vista del gioco ma molto molto importanti, e questa sera hanno la ghiotta occasione di avvicinarsi ulteriormente alla zona calda della classifica. Mister Grosso deve però fare il conto con parecchie assenze: da Di Carmine a Zaccagni passando per Marrone, Crescenzi e Danzi.

Difronte un Lecce che ha dimostrato di essere leggermente inferiore rispetto le prime della classe, ma da considerare che nelle ultime gare ha perso solo con Cittadella e Brescia, portando a casa un discreto bottino di punti.

Inizia il match e tra le due compagini è subito sfida vera: le due squadre si affrontano a viso aperto rendendo veloce e vivace la partita. Buone occasioni da gol per i due attacchi con i locali che dimostrano da subito di non voler stare assolutamente a guardare. E alla mezz’ora i pugliesi la sbloccano: cross dalla fascia sinistra di Majer e gol di La Mantia. Al 38 viene espulso Fabio Grosso per proteste. Per i giallorossi è un momento positivo e continuano le incursioni offensive, e si giunge così a fine primo tempo.

Nella ripresa gli scaligeri partono ben motivati e trovano un paio di buon e occasioni con Pazzini. Al 51 primo cambio per il Verona: esce Almici ed entra Henderson. I locali raddoppiano: bella punizione battuta dalla trequarti da Petriccione e gol di testa di Lucioni. Per gli scaligeri ora si fa davvero dura, il Lecce merita di vincere e non solo cerca di gestire il risultato ma di tanto in tanto costringe agli straordinari Silvestri.

A testa bassa l’Hellas prova a riaprire il match, ma è dura. Arriva il momento di Tupta che subentra a Di Gaudio al 72esimo minuto.

Per il Lecce è tutto facile: attendono ora il Verona che deve sbilanciarsi cercando di ripartire velocemente in contropiede per trovare la zampata finale. A -7 dalla fine c’è tempo per l’esordio in serie B per il classe 2000 Traorè che subentra a Lee.

In pieno recupero gol rocambolesco per il Verona: Laribi sbaglia il cross e il portiere Vigorito infila da solo la palla nella propria rete. Un gol che serve solo a rendere meno amara la sconfitta.

Ennesima occasione mancata, ennesimo risultato deludente. L’Hellas è ancora nel baratro, come se non fosse cambiato nulla; magari è proprio così, non è cambiato nulla.

Formazioni ufficiali:

LECCE: Vigorito, Venuti, Lucioni, Meccariello, Calderoni, Petriccione, Tachtsidis, Majer (65 Arrigoni), Mancosu, La Mantia (74 Saraniti), Falco (87 Marino). Allenatore: Liverani.

HELLAS VERONA: Silvestri, Almici (51 Henderson), Bianchetti, Dawidowicz, Vitale, Faraoni, Gustafson, Laribi, Lee (83 Traorè), Pazzini, Di Gaudio (72 Tupta). Allenatore: Grosso.

Arbitro: Juan Luca Sacchi (sez. AIA di Macerata)

Assistenti: Christian Rossi (sez. AIA di La Spezia) e Salvatore Affatato (sez. AIA di Vco)

CONDIVIDI
Stefano Pozza
Dopo il diploma di maturità classica, mi sono laureato in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Padova. Dal marzo 2012 sono iscritto all'Ordine dei Giornalisti, elenco pubblicisti. Nella vita di tutti i giorni lavoro come Buyer, e coltivo due grandi passioni: la politica e il giornalismo.

LASCIA UN COMMENTO

*