Pavanel: “Grande Avventura”

Le dichiarazioni dell’allenatore della Primavera gialloblù, Massimo Pavanel, rilasciate al termine della sfida con l’Inter.

 

CHE AVVENTURA STRAORDINARIA

“Un commento sulla finale della Viareggio Cup? L’abbiamo tenuta sempre viva fino alla fine. C’è stata una palla in cui potevamo difendere meglio, ma non posso dire niente. Anche con la Fiorentina abbiamo reagito ad un errore e siamo riusciti a ribaltare la gara. Da questi ragazzi non posso chiedere di più. Sono molto orgoglioso di loro, avevo detto ai miei ragazzi che con l’Inter dovevano tirar fuori qualcosa di più del cuore e del cervello, dovevano dare l’anima. Abbiamo dato tutto con un’Inter che abbiamo controllato quasi sempre, tranne in qualche spunto individuale di grandissima qualità. Però ci siamo stati, siamo arrivati fin qui meritandolo e abbiamo sfiorato l’impresa. Li ringrazio pubblicamente, mi hanno fatto vivere 15 giorni fantastici. Per noi è stata un’avventura straordinaria, siamo arrivati quasi ai supplementari con una super squadra che ha tanti cambi importanti. Credo che siamo riusciti a dare un esempio di grande voglia, organizzazione e desiderio di starci fino in fondo e di meritarlo. Siamo stati bravissimi nel girone eliminatorio, siamo cresciuti durante le partite. A parte qualche momento in cui abbiamo sofferto con Napoli  e Fiorentina, le gare le abbiamo sempre condotto noi con grande personalità e qualità che sono state notate e premiate. Il nostro obiettivo l’abbiamo raggiunto”.

 

ABBIAMO DATO TUTTO

“Noi stanchi dopo il pareggio? Sapevamo che arrivavamo a corto di energie, dovevamo tenere la partita viva, in bilico, per cercare di arrivare più in là possibile. Nel momento del 1-1 l’Inter ha vacillato, se avessimo avuto qualche forza in più davanti avremmo potuto dargli in colpo di grazia. Purtroppo ce lo hanno dato loro con un rimpallo sul quale eravamo posizionati bene, devo ammettere che è stato un gran gol. Mi hanno detto che c’è stata una situazione dubbia per noi nel primo tempo, che avrebbe potuto indirizzare la gara in una certa maniera, non ci siamo scomposti e abbiamo continuato a giocare”.

 

IL FUTURO DEI MIEI RAGAZZI

“Se questi ragazzi sono pronti per la Serie A? Questo non lo so, sicuramente ho visto una partita tra grandissimi giocatori. Abbiamo diversi giocatori che sono già stati affiancati alla prima squadra, Fares e Cappelluzzo hanno già esordito in Serie A. Ho visto il gol di Donsah, ha fatto una rete fantastica. Mi auguro che l’anno prossimo anche questi ragazzi riescano a darci qualche gioia”.

 

FACCIAMO CRESCERE CAMPIONI E UOMINI

“Il lavoro del Settore Giovanile gialloblù? Noi stiamo portando avanti questo lavoro da 2 anni e mezzo, chiaramente oggi ci sarebbe piaciuto alzare la coppa. Cambia il nome inciso sul trofeo, ma ci sentiamo come se l’avessimo vinta. Il premio ricevuto? Ringrazio l’associazione per questo riconoscimento, ma il premio più bello è stato vedere i ragazzi giocare così. La solidità del gruppo? Io, il responsabile del Settore Giovanile Calvetti e il responsabile dell’area scouting Gemmi puntiamo molto su questo. Prima facciamo crescere uomini, poi cerchiamo di migliorare le qualità individuali e di metterle insieme. Facciamo capire loro che giocano uno per l’altro, che difendono i colori di una società storica, che ha vinto uno Scudetto. Quando i tifosi del Verona vedono giocare questi ragazzi, possono essere solo orgogliosi”.

 

IL RITORNO AL CAMPIONATO

“Il ritorno al campionato? Sarà durissimo, anche l’anno scorso abbiamo pagato qualcosa. Chiederemo al Sassuolo di rinviare la partita per recuperare le energie, perché abbiamo un obiettivo molto importante. Vorrei che i ragazzi ritornino in campo con la consapevolezza di potersela giocare fino in fondo”.

 

Fonte: Ufficio Stampa H. Verona FC

LASCIA UN COMMENTO

*