Pecchia: “É fondamentale aumentare le reti nella casella gol fatti”

Queste le dichiarazioni rilasciate nella conferenza stampa di mister Fabio Pecchia:

“Siamo andati a Bergamo giocando palla a terra, e in questo modo si possono correre dei rischi, ma questo modo di giocare porta molte soddisfazioni. Abbiamo fatto degli errori e questi bisogna correggerli. Una reazione migliore doveva esserci, abbiamo subito troppo il gol dell’Atalanta. Dobbiamo assolutamente migliorare la condizione di alcuni giocatori e in generale dell’intera squadra.

Cerci ha fatto una grandissima partita finché ha avuto le energia, e le stesso vale per Kean e Heurtaux. Abbiamo affrontato una squadra molto fisica e con grandissime energie, tenendo per 50 minuti.

Quando ci sono partite così ravvicinate non c’è tempo di mettere benzina, bisogna gestire bene le risorse.

Con l’Inter? Ce la giocheremo con le nostre risorse. Una squadra per esempio diversa dal Napoli. Bisogna fare i complimenti a Spalletti che ha fatto un grandissimo lavoro, considerandola situazione dello scorso anno.

Le concorrenti alla salvezza? Difficile guardare in casa degli altri, al momento la classifica dimostra ciò che si è visto in campo. Molto è influenzato però dal calendario.

Non recupereremo ne Caceres, ne Valoti, nessuno degli altri infortunati. Coppia centrale confermata in difesa con Souprayen e Heurtaux. Fa rabbia subire tanti gol, però è fondamentale aumentare la casella dei gol fatti, e bisogna farlo in fretta. Importante dunque la fase difensiva, ma fondamentalmente segnare.

Kean? È arrivato a fine mercato, e la sua condizione non era al meglio. Abbiamo provato a dare minutaggio ma poi è arrivato il piccolo infortunio. Ora è in forte crescita, e credo sia un giocatore forte con grande potenzialità. Mi preoccupo quando un attaccante non riesce ad avere occasioni, questo non è il caso di Kean. Lui o Pazzini? Vedremo! Ricordo però che i giocatori possono essere importanti anche a partita in corso.

Firmerei per un pareggio? Un punto sarebbe importante contro l’Inter, firmerei per giocare tutta la partita come i 50 minuti di Bergamo. Si può giocare con vari moduli, l’importante è avere sempre la propria identità.

Lunedì grande pubblico allo stadio, con record di presenze, e questo deve essere maggiore stimolo per la squadra. Sarà l’occasione per me per confrontarmi con un mister top, e per i ragazzi per confrontarsi con giocatori top. Spalletti un allenatore con talento e grandi capacità.

Bessa? Si paga il fatto di non essere nelle migliori condizioni. Sono contento di Daniel, però tutti abbiamo in mente un Bessa molto più decisivo e fondamentalmente. Trovata la migliore condizione riusciremo a vederlo al top.

Romulo? Spesso ho dovuto cambiargli ruolo, ed è sempre fondamentale per noi. Mi piacerebbe vederlo più alto, ma bisogna fare quello che si può.

CONDIVIDI
Stefano Pozza
Dopo il diploma di maturità classica, mi sono laureato in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Padova. Dal marzo 2012 sono iscritto all'Ordine dei Giornalisti, elenco pubblicisti. Nella vita di tutti i giorni lavoro come Buyer, e coltivo due grandi passioni: la politica e il giornalismo.

LASCIA UN COMMENTO

*