Polpette avvelenate

di Michele Coratto

La danza del calciomercato ricomincia. Bufale smerciate per operazioni scontate griffate da procuratori ed agenti che si muovono all’impazzata pur di piazzare i loro assistiti. Come nel gioco “togli una sedia”, quando la musica si interromperà qualcuno resterà “fregato”. Non meravigliamoci se per un mese ci troveremo a leggere di trattative in dirittura d’arrivo che si trasformano in probabili per poi sfumare sul più bello. Il Mercante e’ in fiera e non conosce limiti alla decenza e alla nobiltà di un’informazione corretta. L’Ufficialita’ con ratifica della firma è la sola certezza. Del resto fidiamoci ma con il beneficio del dubbio. Il frullatore del calciomercato è acceso ed ogni giorno miete vittime inconsapevoli che confondono la polpetta sana da quella avvelenata.

CONDIVIDI
Michele Coratto
Michele Coratto si diploma al Liceo Classico “Scipione Maffei” e si laurea in Scienze della Comunicazione a Verona. Giornalista dal 2011, collabora con la Redazione Sportiva de L'Arena ed è Direttore Responsabile di Hellas News.

LASCIA UN COMMENTO

*