Prestiti gialloblu, qualcuno resterà ?

Saranno parecchi i giocatori di proprietà dell’ Hellas che torneranno alla base al termine di questa stagione, molti dei quali con il contratto in scadenza nel 2021.
Cerchiamo di fare il punto della situazione.

Portieri: Nicola Borghetto e Riccardo Tosi di ritorno rispettivamente dal Bisceglie e dall’ Arzignano in serie C.

Difensori: Alessandro Crescenzi dalla Cremonese, Jure Balkovec (Empoli), Alberto Almici (Pordenone), Davide Galazzini (Mantova), Rayyan Baniya (Renate), Matteo Pinton dalla Virtus Verona, Luigi Vitale (Spezia), Deian Boldor che quest’ anno ha militato in Albania nelle file del FK Partizan, Luca Marrone (fresco di promozione in A col Crotone e con la quale ha collezionato finora 23 presenze in campionato), Edoardo Pavan (Pontedera), Nicolò Casale (Venezia).

Centrocampisti: Daniel Bessa dal Goiás in Brasile (che tornerà a dicembre), Liam Henderson (Empoli),  Simone Calvano  (Juve Stabia), Karim Laribi (Bari), Ragusa dallo Spezia, Alberto Fiumicetti (Mantova),
Antonino Ragusa ed Antonio Di Gaudio dallo Spezia, Aleksejs Saveljevs (Renate), Vincenzo Silvestro (Rimini).

Attaccanti: Karamomko Cisse’ dalla Juve Stabia, Cappelluzzo (Pistoiese), Lubomir Tupta quest’ anno al Wisla Cracovia, Joseph Ekuban  (Francavilla).

Dopo la piazza pulita della scorsa estate difficile ipotizzare che Juric voglia provare a riproporne qualcuno, forse Henderson considerata la stima che l’allenatore ha nei suoi confronti, anche se, probabilmente più del professionista che del calciatore in sé.
Molto probabile anche la rinuncia a Bessa che non rientra nei piani del prossimo Verona, mentre è difficile se non impossibile il ritorno di Tutpa.

Da tenere invece in considerazione è il classe ’98 Nicolò Casale. Veronese di Negrar, si tratta di un difensore attualmente in prestito al Venezia, e tra l’altro già nel giro della nazionale Under 21 di Nicolato che lo ha convocato lo scorso novembre ( pur non scendendo in campo ), per i 2 match contro Islanda e Armenia.

D’amico avrà invece molto da lavorare sulle uscite, capitolo da sempre spinoso per i direttori sportivi in fase di mercato.

Marco Darra
Nato il 24 luglio 1981 a Villafranca di Verona. Oltre ad un grande interesse per l' Hellas coltivo anche una profonda passione per la musica elettronica e rock, più specificatamente progressive, post-rock, e ambient, oltre alla World music ed i magnifici suoni di strumenti etnici di tutto il mondo. Altra cosa (per il momento hobby), è il trading on line.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*