Prestiti gialloblù. Riccardo Brosco alla ricerca della forma perduta

Riccardo Brosco era stato acquistato ancora nell’inverno scorso dal Latina ed era stato lasciato in prestito alla società laziale fino a fine stagione. Doveva essere un perno della retroguardia scaligera in Serie A, ma anche a lui è capitata la maledizione dei difensori centrali gialloblù e si è rotto il crociato ancora con il Latina. Con Cherubin perennemente ai box, Bianchetti infortunato gravemente in ritiro e Caracciolo che ha saltato buona parte della preparazione estiva, Fusco ha giustamente valutato che il buon Riccardo Brosco non poteva far parte della rosa a disposizione di Pecchia. Troppo tempo lontano dai campi, troppe incognite riguardo al suo effettivo recupero dall’infortunio e con tanti difensori centrali infortunati, la Società ha preferito puntare su qualcuno di maggiore affidamento.

Così Brosco è stato prestato in serie B al Carpi dove avrebbe potuto rimettersi in sesto lentamente e ritrovare il ritmo partita. A Carpi è stato lanciato nella mischia fin dalle prime giornate e piano piano ha guadagnato minuti fino alla maglia da titolare nelle ultime uscite, compresa la sconfitta in Coppa Italia contro il Torino. Non sta brillando e sembra lontano parente del giocatore ammirato a Latina, ma l’infortunio subito era davvero grave e la scelta del Verona di dargli questo tempo per riprendersi sembra più che mai saggia. Con il Carpi avrà tempo e modo di rimettersi in luce e ritornare a Verona a fine stagione pronto per giocarsi le sue chance in gialloblù.

D.Con.

LASCIA UN COMMENTO

*