Primavera: scopriamo la squadra (parte 3) – di Damiano Conati

Dopo aver analizzato tutta la fase difensiva, ci spostiamo nella zona nevralgica del campo, dove ancora una volta non troviamo volti nuovi ma tanti giovani che arrivano dagli Allievi.

Centrocampo

Anche qui il reparto è molto giovane e non ci sono nuovi acquisti. Detto del difensore Gilli (97) che può giocare su tutta la fascia, anche in mezzo al campo, gli altri uomini a disposizione di Pavanel per la mediana saranno diretti da un altro grande talento, Luca Checchin (97) che ha già respirato più volte aria di prima squadra e di cui in futuro sentiremo certamente parlare. Regista vero davanti alla difesa,fisico importante, capacità di tiro e visione di gioco: è un grande prospetto.

Accanto a lui l’italo-tedesco Nicola Guglielmelli (97), piedi buoni e tanto agonismo. Poi ci sono alcuni classe ’98 su cui Pavanel vuole scommettere: Filippo Pellacani, Matteo Pinton e l’albanese Marco Hoxha. Infine due nomi che rappresentano un po’ questa squadra Primavera. Uno è Andrea Danzi, il bocia del 1999 che Pavanel ha strappato agli Allievi per farlo crescere con i più grandi: è uno dei migliori ragazzi che il settore giovanile sta per lanciare, il futuro è dalla sua parte. L’altro è il capitano di questa squadra: Alessandro Speri, classe 96, terzo e ultimo fuori quota. Talento puro, centrocampista o, meglio, trequartista, da 9 stagioni in gialloblù, spetta a lui il compito di fare da chioccia ai tanti giovani presenti quest’anno.

CONDIVIDI
Damiano Conati
Ho 34 anni, sono sposato da 10 e ho tre bellissimi bambini. Laureato in Scienze della comunicazione, sono iscritto all'Ordine dei Giornalisti dal 2005. Giá collaboratore di molte testate locali, presidente di una società di basket, ho vissuto tre anni in missione in Brasile e attualmente lavoro come operatore sociale in Caritas Verona.

LASCIA UN COMMENTO

*