Primo, non prenderle

Primo, non prenderle, diceva il vecchio Commissario Tecnico Enzo Bearzot. E il Verona, se domani vorrà imporre la sua legge, dovrà essere compatto proprio in difesa, anche quest’anno troppo sotto assedio. Serve attenzione e concentrazione per limitare le bocche da fuoco gigliate. Sulla carta faremo molta fatica. Ma il match è tutto da giocare. Cuadrado contro Agostini, Alonso contro Martic e Babacar e Gomez contro Moras e Marquez sono duelli che da soli valgono il prezzo del biglietto. Senza contare Borja Valero, Aquilani e Pizzarro, pericolosi centrocampisti di una zona mediana viola di grande qualità. Come ha detto mister Mandorlini, l’Hellas prima o poi la via della rete la trova sempre. Tradotto, se non prendiamo gol possiamo anche battere i viola.

M.C.

LASCIA UN COMMENTO

*