Razza.. quasi ariana

di Massimo Recchia

Non dobbiamo preoccuparci dei cognomi apparentemente stranieri Pecchia e Fusco. 

Da un’approfondita ricerca genealogica scopriamo che in realtà l’avolo bisavolo ed arcavolo di Pecchia era il mastro del villaggio olandese Citittammuorte fondata dal popolo salernicano ed il suo vero cognome Van de Pekkia. Per Fusco invece la ricerca è stata molto più semplice: leggendo i nomi degli emigranti italiani di fine ottocento imbarcati per gli States . Infatti il bisnonno Frank Fusco, garzone di latteria, ben presto fondava l’impresa “Tengo e trattengo sempre la caparra” che in inglese si traduce TinchyApp. Da qui nasce l’acronimo App che racchiude spesso la fregatura a pagamento. 

Quindi amici della pianura inquinata dai veleni, non abbiate paura degli stranieri. Sono fratellastri di cui non temiamo noi polentiferi. 

Per ora..

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

*