Riconoscenza al Presidente Setti

Negli ultimi giorni sono state mosse dai tifosi alcune critiche al Presidente dell’Hellas Setti per l’imprecisione sulle origini dell’Hellas Verona alla trasmissione televisiva “Sottovoce”. Tuttavia, anche se è indiscutibile che il Presidente sia scivolato su una buccia di banana, non per questo bisogna colpevolizzarlo. Ricordiamoci che dopo la rinascita sportiva partita dalla Lega Pro, è stato proprio lui ad accelerare ulteriormente il processo di emersione dai bassifondi allestendo la formazione che è tornata in A dopo 11 anni di inferno. Setti rappresenta il primo Presidente di un certo spessore economico (oltre che umano) dopo i fasti degli anni 80. Certamente non un mecenate ma nemmeno un semplice affarista come era Pastorello, che per poco non portava i libri contabili del Verona in Tribunale per l’esercizio provvisorio..
In tre anni Setti ha ridato splendore al progetto proseguendo con una campagna di rafforzamento societario che getta le basi per un florido futuro. E, tra l’altro, senza correre troppo indietro nel tempo, ricordiamoci anche quanto il Sig. Setti si sia dannato l’anima (con lettere ai direttori delle testate giornalistiche nazionali), per insorgere contro quella grottesca decisione dei rappresentanti della Lega che condannava l’Hellas per fantomatici cori razzisti ai danni di Muntari. Ma allora, cosa pretendiamo da lui? Possibile che non si riesca mai ad essere contenti di nulla, neppure ora che l’amato Hellas veleggia con il vento in poppa in una più che tranquilla decima posizione nella massima categoria? Lascia di stucco leggere sul web come alcuni tifosi lo stiano colpevolizzando per aver sbagliato una dichiarazione sulla nascita del club di via Belgio. Il patron del Verona merita assoluto rispetto: finora si è sempre comportato da uomo d’onore mantenendo tutte le promesse e costruendo il gioiellino gialloblù che mezza Italia ci invidia per capacità manageriale. L’ingratitudine non è concepibile. Soprattutto dopo aver vissuto l’oblio della Lega Pro e aver toccato con mano le “miserie sportive”. Non è plausibile che un errore sulla storia del Verona possa innescare una polemica simile. Il Presidente Setti è il Presidente di tutti i tifosi che vogliono bene alla squadra e merita rispetto per tutto quello che ha fatto e sta facendo per rilanciare l’Hellas Verona FC. Il suo impegno permette a tutti noi di continuare a sognare a colori gialloblù. Non dimentichiamolo mai.

M.C.

1 COMMENTO

  1. Tutto verissimo, quello sulle origini dell’Hellas è l’unico erroruccio veniale di Setti che, da wuando ha rilevato la società da Martinelli, non ha sbagliato una mossa ed ha mantenuto tutto quello che aveva promesso. Grazie Presidente !

LASCIA UN COMMENTO

*