Righetti: il Verona ha bruciato anche l’Inter

Damiano Conati 

Il direttore sportivo Filippo Fusco si è dimostrato molto soddisfatto dell’arrivo di Giacomo Righetti, giovane promessa del Calcio Caldiero, centrale difensivo classe 2000. 

Non sempre accade che un diesse di una società professionistica si vanti per aver acquistato un ragazzino 16enne da una società della propria città. 

Il perché di questa soddisfazione da parte di Fusco è presto detto: Righetti ha fatto la trafila nelle giovanili del Chievo, è passato ai Giovanissimi Regionali del Caldiero e l’anno scorso agli Allievi. 

Ma in estate è stato promosso in Prima squadra in Eccellenza, dove ha debuttato con disinvoltura nel delicato ruolo di centrale difensivo. 

E le sue capacità non sono passate inosservate: una telefonata da parte del Chievo, ma soprattutto provini molto positivi con Hellas, Atalanta, Sassuolo e addirittura Inter. Le offerte in questo mercato di gennaio non gli mancavano, ma Righetti e famiglia hanno preferito restare sul territorio veronese e il ragazzo ha scelto l’Hellas. 

Finalmente una mossa importante per Fusco sul mercato cittadino, la dimostrazione con i fatti che il Verona sta costruendo un bel settore giovanile puntando molto su giovani veronesi.

CONDIVIDI
Damiano Conati
Ho 34 anni, sono sposato da 10 e ho tre bellissimi bambini. Laureato in Scienze della comunicazione, sono iscritto all'Ordine dei Giornalisti dal 2005. Giá collaboratore di molte testate locali, presidente di una società di basket, ho vissuto tre anni in missione in Brasile e attualmente lavoro come operatore sociale in Caritas Verona.

LASCIA UN COMMENTO

*