Rómulo: “La pubalgia mi ha reso più forte”

Le dichiarazioni del centrocampista Romulo, rilasciate durante la conferenza stampa in vista di Hellas Verona-Torino. Contestualmente, il calciatore ha rilanciato il suo profilo Twitter rinnovato, @romulocaldeira2, in previsione dell’imminente apertura di una fanpage su Facebook e di un sito internet personale.

TORINO AVVERSARIO DIFFICILE, MA…

«E’ partito molto bene, anche l’anno scorso ha fatto un bel campionato. Abbiamo fatto solo due partite, ma il pareggio con la Roma per noi vale come una vittoria. Ci stiamo preparando bene, il mister ci sta allenando per affrontare il Toro lavorando molto sulla tattica. Sono sicuro che domenica faremo una grande prestazione».

 

IL RITORNO A VERONA

«Che Verona ho ritrovato? Quello di sempre, che ha tanta voglia di vincere. Il mister è sempre carico, pronto a tirare fuori il massimo per affrontare gli impegni del campionato. Sono arrivati molti calciatori forti, tra cui Pazzini, che ci aiuterà tantissimo. Speriamo che il Verona possa fare un campionato migliore rispetto agli anni passati. Un commento sulla difesa? In Italia è sempre difficile, anche le squadre più importanti si stanno rafforzando sempre più. Il mister e lo staff stanno lavorando per prendere meno gol possibile. L’obiettivo è di vincere anche 1-0 ma di conquistare la salvezza in maniera tranquilla».

 

IL MIO MOMENTO

«Sono stato fermo un anno, devo ancora lavorare, sto già trovando il ritmo. Il mister mi sta chiedendo di spingere e così sto facendo, la settimana scorsa ho lavorato abbastanza forte. Non so se ci sarà dal primo minuto, non ho ancora il ritmo partita, in cui di solito macino parecchi chilometri durante i 90 minuti, sono comunque a disposizione del mister. Il mio ruolo? Non ho nessun problema a giocare come terzino, a centrocampo oppure come esterno alto. Prandelli voleva portarmi ai Mondiali proprio perché facevo tre ruoli. Il mio obiettivo? Nella vita bisogna sempre fare di più, da mia parte sono sicuro di poter dare di più a livello fisico per aiutare la squadra. Lavorando nel modo giusto i risultati arrivano, quello che seminiamo oggi lo raccoglieremo domani. La mentalità del Verona? E’ vincente, anche se non è mai facile vincere. Tutto il gruppo lavora in settimana con un ritmo forte per arrivare alla domenica preparati. Ci sono fattori che ci ostacolano, ma tra di noi parliamo sempre di vincere di più e prendere meno gol, questo è l’atteggiamento giusto. Io uno dei migliori acquisti? Se lo ha detto il Presidente sono contento, cercherò di dare il massimo di me per onorare queste parole».

 

AFFRONTARE LE DIFFICOLTA’

«Un commento sulla mia lotta alla pubalgia? Durante questo anno difficile ho imparato molte cose, anche a dare più valore alla vita. In un momento difficile, in cui ti viene da piangere perché non riesci a lavorare come verresti devi imparare a tirare fuori le cose belle. Come sapete la mia vita non è stata facile, sono abituato ai momenti difficili e so come superarli. Ora mi sento più forte mentalmente, spero di poter aiutare i ragazzini che possono avere questo problema».

Fonte: Hellas Verona

LASCIA UN COMMENTO

*