Si chiude in parità la semifinale d’andata tra Verona e Pescara

Continua l’avventura dell’Hellas Verona ai playoff con la semifinale d’andata che si disputa questa sera al Bentegodi contro il Pescara.

De quella di mercoledì scorso con il Perugia era una sfida di delicata ma a onor del vero abbastanza agevole, da questo momento si inizia a fare sul serio con l’unico obiettivo che deve essere quello di raggiungere la fase finale.

Mister Aglietti schiera una formazione abbastanza scontata, con il veronese Danzi chiamato a sostituire la pesante assenza di Mattia Zaccagni fuori per infortunio. Difronte un Pescara che ha avuto tutto il tempo di riposare e di preparare al meglio questa fase finale di stagione.

Agli ordini del sig. Marinelli inizia la contesa e dopo solo 6 minuti Di Carmine sfrutta una pasticciata difensiva costringendo alla paratissima Fiorillo. Qualche istante più tardi tocca a Danzi ma ancora una volta l’estremo difensore è pronto. Il match si rivela maschio e dopo una fase di studio, le due compagini iniziano a sfidarsi a duello.

Gli scaligeri tentano più volte di rendersi pericolosi e dimostrano di voler far la partita, mentre il Pescara preferisce controllare con cautela provando talvolta a ripartire. Gli avversari con il passare dei minuti crescono e al 21esimo Mancuso prende in pieno il palo con un bel tiro dal limite. Poco prima della mezz’ora altra bella azione con Laribi e Di Carmine ma la sfortuna nega il vantaggio.

La partita è avvincente le due compagini giocano molto bene, il Bentegodi è carico e non manca di farlo notare ai gialloblù. Il Verona meriterebbe il vantaggio ma sullo 0 a 0 si chiude la prima parte di gara.

Si riparte al Bentegodi è sono gli ospiti a rendersi immediatamente pericolosi. Gli ospiti provano ad aspettare i nostri e a ripartire in velocissimi contropiede. Il centrocampo pare provato dalla stanchezza così mister Aglietti effettua al 16esimo il primo cambio: fuori Henderson dentro Colombatto. La situazione non si sblocca e arriva il momento di Pazzini che subentra a Di Carmine, siamo al 23esimo.

La stanchezza si fa notare tra i 22 calciatori ma manca ancora tantissimo alla fine è bisogna rimanere concentrati. Spazio a Tupta che subentra al 34esimo a Ryder Matos. Continua in campo la fase di stallo: se gli ospiti si accontentano chiaramente del pareggio il Verona continua a provarci ma non riesce più a rendersi veramente pericoloso.

Pericoloso lo diventa a 5 dal termine con una ghiottissima occasione dei nostri che si chiude però con un nulla di fatto.

Lentamente i minuti passano e sullo 0 a 0 termina la partita. Fondamentale sarà la sfida di domenica sera a Pescara nella quale si deciderà quale delle due squadre andrà in finale.

FORMAZIONI UFFICIALI

HELLAS VERONA: Silvestri, Faraoni, Dawidowicz, Empereur, Vitale, Henderson (16 2t Colombatto), Gustafson, Danzi, Matos (34 2t Tupta), Di Carmine (23 2t Pazzini), Laribi. Allenatore: Aglietti.

PESCARA: Fiorillo, Scognamiglio, Mancuso, Memushaj, Balzano, Brugman, Pinto (20 2t Del Grosso), Bettella, Marras, Crecco (44 2t Bruno), Sottil (29 2t Antonucci). Allenatore: Pillon.

Arbitro: Livio Marinelli (sez. AIA di Tivoli).

Assistenti: Damiano Margani (sez. AIA di Latina) e Vito Mastrodonato (sez. AIA di Molfetta).

VAR: Marco Piccinini (sez. AIA di Forlì).

AVAR: Francesco Fourneau (sez. AIA di Roma 1).

CONDIVIDI
Stefano Pozza
Dopo il diploma di maturità classica, mi sono laureato in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Padova. Dal marzo 2012 sono iscritto all'Ordine dei Giornalisti, elenco pubblicisti. Nella vita di tutti i giorni lavoro come Buyer, e coltivo due grandi passioni: la politica e il giornalismo.

LASCIA UN COMMENTO

*