Signori e Signore, ecco il nuovo Hellas

Trasformati. È bastato l’inserimento di Sala, Valoti, Saviola e Greco per rigenerare i gialloblù. Senza contare di chi ha trovato la via del campo solo da qualche partita in più – Benussi e Rodriguez – e ha molta voglia di stupire. Aspettando Obbadi e Ionita, il Verona pare essere sulla definitiva strada della guarigione. L’influenza di cui parlava il mister va via via affievolendosi e i 21 punti in classifica, in perfetta media per il raggiungimento della fatidica quota 40, permettono di ostentare nuovamente tranquillità. La doppia sfida di Torino con la Juve ora appare un possibile premio da acchiappare con la spensieratezza di chi non ha niente da perdere e vuole insistere sulla strada della continuità di risultati. Sia in Coppa che in Campionato. Sul fronte mercato, invece, ora Sogliano potrà operare con maggior serenità, intervenendo con oculatezza e valutando ogni aspetto senza la fretta dettata dall’aver l’acqua alla gola. La partita col Parma, fosse andata male, avrebbe ufficialmente aperto la crisi. Il colpo di reni ha invece rivitalizzato tutti nel momento più delicato della stagione.

M.C.

LASCIA UN COMMENTO

*