Teodorani: “Con Malesani retrocedemmo per gravi colpe societarie”

Carlo Teodorani, ex difensore gialloblù, viene ricordato negli almanacchi scaligeri soprattutto per la maledetta incomprensione tra lui e Colucci che in Hellas-Torino del 2002 causò il gol di Franco che permise ai granata di sbancare il Bentegodi condannando, di fatto, il Verona alla retrocessione. Oggi, al collega De Pietro de L’Arena, Carlo confessa alcuni retroscena di quell’annata sciagurata puntando l’indice contro la gestione societaria di Pastorello, ritenuto il principale colpevole di quel tracollo sportivo. Ecco quanto ha dichiarato:

«Fu un’annata paradossale. Purtroppo a un certo punto tutto cambiò, qualche giocatore venne venduto già a gennaio e gli stipendi furono tagliati. E noi ci bloccammo. Può sembrare assurdo un discorso così per un operaio che prende mille euro al mese. Il problema però non era ricevere soldi in meno, era non avere spiegazioni da parte di nessuno. Per questo dico sempre che la differenza la fa la società più che i calciatori. La colpa della retrocessione venne data soprattutto a noi, ma le responsabilità furono principalmente della società».

LASCIA UN COMMENTO

*