Toni, da “finito” ad oggetto del desiderio. Occhio al Carpi..

Se dopo la Fiorentina tutti gli addetti ai lavori lo davano per finito e se l’estate scorsa non ci credeva ancora nessuno perché si pensava che i venti gol fossero frutto degli assist di Romulo e Iturbe, quest’anno le cose sembrano essere cambiate. Quindici reti in venti gare hanno fruttato un terzo dei punti che l’Hellas ha in cascina e mosso l’interesse di alcuni club. Alla faccia dei quasi trentotto anni. Delle sirene brasiliane abbiamo già detto, ma l’ultima proposta, che potrebbe far vacillare l’attuale campione gialloblù, è quella del Carpi, ormai neopromosso nel massimo campionato italiano. Il club emiliano è insidioso per due motivi: uno perché Luca a fine stagione si libera a parametro zero e due perché gli darebbe la possibilità di avvicinarsi a casa. Il Verona deve tenerne conto e iniziare a trattare il rinnovo del suo Campione. Se non nei tempi – Toni ha sempre detto che l’eventuale firma non la metterà prima di quest’estate n.d.r. – nei modi. E’ chiaro che alla sua età i progetti valgono più di ogni altra cosa: di fronte a chiarezza di idee e ad una pianificazione precisa, Luca sceglierebbe ancora il club di Via Belgio. Questo è certo.

M.C.

LASCIA UN COMMENTO

*