Toni-Pazzini: Prove tecniche di convivenza

Il secondo test stagionale contro la compagine altoatesina del Sud Tirol – incontro decisamente più impegnativo rispetto alla precedente “sgambata” contro i dilettanti della Val d’Isarco – ha dato occasione a Mandorlini di iniziare a sperimentare la convivenza tra Luca Toni e Giampaolo Pazzini. Nonostante qualcuno si ostini a dire che difficilmente vedremo i due giocare assieme, è invece chiara l’intenzione del tecnico ravennate di verificarne le possibilità di impiego, senza lasciare nulla di intentato. Le caratteristiche dei due bomber sono senza dubbio quelle della prima punta, tuttavia, una volta trovato l’equilibrio, possono sicuramente diventare una valida alternativa d’attacco. Sotto il profilo squisitamente tattico – così almeno si evince da questa prima uscita – la novità sembra essere rappresentata da un “adattamento” dell’abituale 4-3-3 dove ad una fase offensiva che vede i due accentrarsi per lasciare spazio alle incursioni sulle corsie laterali, si accompagna una fase difensiva caratterizzata dal più classico dei 4-4-2. Una scelta sicuramente interessante che per essere messa in pratica necessità, però, della presenza in campo di giocatori in grado di difendere e, soprattutto, garantire pronte e rapide ripartenze. L’inizio del campionato è ancora lontano, tuttavia, la prima impressione è stata decisamente buona. Se il buongiorno si vede dal mattino…
Enrico Brigi
Foto: Francesco Grigolini – FOTOEXPRESS

LASCIA UN COMMENTO

*