Toni: “Vorrei dare ancora qualcosa a Verona da dirigente”

Le dichiarazioni di Luca Toni in “mixed zone”:

«Oggi è stato impossibile non emozionarmi. In una settimana ho rivissuto 22 anni di calcio, sapendo che è l’ultima la vivi in modo particolare. Gli ultimi 2 e mezzo sono stati fantastici, ho contribuito a scrivere una parte della storia di questo Club, vincendo anche la classifica dei capocannonieri, cosa che mi ha riempito d’orgoglio. Giusto smettere? Con la testa non ce la facevo più a ripartire, ho deciso che la mia esperienza nel calcio è finita così. Il cucchiaio? Non sapevo dove tirare e così ho deciso per questo colpo, è andato bene. E’ stato un anno terribile, questo ha contribuito a farmi prendere questa decisione. Sicuramente ha influito l’infortunio, ma abbiamo sbagliato troppe partite. Il mio futuro nel Verona? Parlerò con il Presidente, giusto dare la priorità al Verona, devo ancora qualcosa a questa fantastica piazza. Voglio portare qualche mia idea in questa Società. Quale il mio gol più bello? Forse quello di stasera che chiude la mia carriera, mi è piaciuta tanto. Delneri? Non è giusto parlarne stasera, da questa annata usciamo tutti sconfitti, anche lui come me ha dato tutto per fare bene al Verona. Grazie a tutti, questo è un pubblico fantastico, nonostante un’annata terribile hanno avuto la forza di applaudirmi. Mi sento in dovere di dare ancora qualcosa a questa città, che merita senza dubbio la Serie A».

LASCIA UN COMMENTO

*