Udogie, Yeboah, Cancellieri, Bertini: mai Primavera fu più fiorita

Destiny Udogie (2002) è a tutti gli effetti giocatore della prima squadra di Ivan Juric. Quest’anno non ha mai visto campo in Primavera e, anzi, ha giocato anche spezzoni di gara positivi in Serie A.
Con lui c’è Bruno Amione (2002), investimento estivo consigliato da Milanetto. Un affare totale di quasi 2 milioni per uno dei difensori argentini più promettenti in circolazione. Finora ha giocato con Corrent e debuttato in prima squadra solo in Coppa Italia.
Altro deb in Coppa è stato Lorenzo Bertini (2001), arrivato a titolo definitivo dall’Atalanta a settembre nel periodo in cui il Verona discuteva con i bergamaschi il riscatto, il controriscatto e le cifre varie legate a Pessina. Un bel colpo quello di Bertini, che nel campionato di Primavera 2 sta letteralmente brillando.
Meglio di lui sta facendo Matteo Cancellieri (2002), enfant prodige del calcio romano. Arrivato a titolo definitivo in gialloblù nell’affare Kumbulla, Cancellieri sta dimostrando di essere il miglior trequartista del campionato. Sinistro splendido, tecnica sopraffina, fisico e velocità. Se la testa andrà a pari passo con il talento, lo vedremo presto agli ordini di Juric.
Come lui in questi giorni sta facendo benissimo anche il suo compagno di reparto Philip Yeboah (2002), che il mister croato ha già lanciato nella mischia in Serie A. Velocità e fiuto del gol i marchi di fabbrica.
In una squadra Primavera organizzata, ben allenata e ricca di giovani di talento, brillano queste stelle, che potrebbero diventare presto una risorsa del Verona del futuro.
Ma attenzione che non sono gli unici: il figlio d’arte Filippo Terracciano (2003) ha già collezionato diverse in panchine in A e allenamenti con la prima squadra, mentre del terzino sinistro Aboudramane Diaby (2003), anche lui arrivato nell’affare Kumbulla, si parla un gran bene, come pure più sotto del 2004 Ayman El Wafi o dei 2005 Alessandro Monesi e Filippo Ogliani, recentemente inseriti nell’almanacco “La giovane Italia”, con l’elenco dei migliori talenti italiani attualmente in circolazione.
Il futuro è tutto loro. Il Verona li aspetta.

Foto: Instagram Hellas Verona Giovanili

Damiano Conati

Damiano Conati
Ho 34 anni, sono sposato da 10 e ho tre bellissimi bambini. Laureato in Scienze della comunicazione, sono iscritto all'Ordine dei Giornalisti dal 2005. Giá collaboratore di molte testate locali, presidente di una società di basket, ho vissuto tre anni in missione in Brasile e attualmente lavoro come operatore sociale in Caritas Verona.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*