Un Verona letale ma che paura nel finale

La 4^ giornata del campionato si SerieBKT vede scendere in campo il Crotone contro l’Hellas verona.

In casa gialloblù l’entusiasmo è alto dopo la vittoria con una bellissima prestazione che ha scaldato il cuore dei veronesi. Uno degli esclusi dal match di oggi è proprio l’autore della tripletta Giampaolo Pazzini, che va ad accomodarsi in infermeria accanto a Di Carmine, lasciando la guida dell’attacco scaligero allo Slovacco classe 1998 Tupta.

L’altro escluso rispetto all’ultimo 11 visto, questa volta per scelta tecnica, è Zaccagni che lascia il posto a Dawidowicz.

Inizia la contesa che si dimostra da subito molto molto bella: le due compagini si affrontano a viso aperto, palla a terra e movimenti veloci a cercare i gli attaccanti. Molto alto il livello tecnico degli atleti soprattutto nella fascia centrale del campo.

Al 13esimo il Verona passa in vantaggio con una azione abbastanza fortunata: dalla destra Matos serve palla a Laribi che prova a calciare svirgolando la biglia che arriva ad Henderson il quale insacca la rete del vantaggio con un tiro sporco di sinistro.

Attorno a metà frazione gli scaligeri lasciano un po’ il gioco ai padroni di casa, che so rendono più volte pericolosi con il Veronese Nalini. Al 26esimo errore clamoroso di Tupta, abile a superare l’ultimo difensore rossoblu, ma a tu per tu con il portiere sbaglia inspiegabilmente un gol già fatto. Ma sono sempre i padroni di casa ad attaccare, e poco prima della mezz’ora Faraoni costringe alla paratissima Silvestri.

Nel finale del primo tempo altra occasione per Lubomir Tupta che costruisce una grande azione facendo tutto bene a parte il tiro finale che va alto sopra la porta. Buona fino a questo momento la prestazione dell’attaccante classe 98.

Inizia la seconda frazione di gara che segue lo stesso canovaccio dei primi 45 minuti, regalando ai tifosi una bella partita. Ma al 56 l’Hellas allunga: bellissima azione del velocissimo Tupta che colpisce in pieno il palo, la palla ritorna sui suoi piedi, la serve a Laribi che con un velo delizioso lascia scivolare la palla sui piedi di Santiago Colombatto che insacca la rete del 2 a 0 con un bellissimo tiro sul sette. Ottima azione.

Al 60esimo Laribi esce lasciando il posto a Ragusa. Per il Verona ora la situazione è delle migliori, con il Crotone che deve esporsi per provare a riaprire il match mentre i nostri possono controllare e perché no provare a sorprendere in contropiede i rossoblu.

8 minuti più tardi esce Lubomir Tupta che lascia il posto a Cissè all’esordio in campionato. Al 77esimo entra Lee che subentra a Matos. A 5 più recupero dal termine il Crotone allunga con un bellissimo tiro dal limite di Firenze che si insacca sul sette della porta difesa da Silvestri.

Il Verona ora ha paura e cerca di perdere più tempo possibile. Dopo 4 minuti di recupero finalmente finisce la partita!

Bella la partita giocata dai ragazzi di mister Grosso, abili a gestire la palla creando spazi, ottimi in fase di pressing ma soprattutto letali in contropiede. Un partita non facile contro una buonissima squadra, in cui l’Hellas a parte nei dieci minuti finali, ha dimostrato di essere superiore nonostante le pesanti assenze. Testa ora al match casalingo di martedì sera contro lo Spezia.

Formazioni ufficiali:

Crotone: Festa, Cuomo, Rohden, Firenze, Nalini, Benali, Faraoni, Marchizza, Simy (19 2t Spinelli), Martella (1 2t Stoian), Sampirisi (27 2t Budimir). Allenatore: Stroppa.

Hellas Verona: Silvestri, Caracciolo, Henderson, Marrone, Matos (34 2t Lee), Colombatto, Crescenzi, Laribi (15 2t Ragusa), Dawidowicz, Tupta (23 2t Cissè), Almici. Allenatore: Grosso.

CONDIVIDI
Stefano Pozza
Dopo il diploma di maturità classica, mi sono laureato in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Padova. Dal marzo 2012 sono iscritto all'Ordine dei Giornalisti, elenco pubblicisti. Nella vita di tutti i giorni lavoro come Buyer, e coltivo due grandi passioni: la politica e il giornalismo.

LASCIA UN COMMENTO

*