Verona dalle due facce. Ma quella del secondo tempo è davvero brutta

Primo tempo spettacolare, con un Verona assoluto dominatore del campo e un solo gol all’attivo, la punizione perfetta di Lazovic. La Samp non la vede mai.
Nel secondo tempo Ranieri fa il capolavoro e cambia totalmente squadra, sia nei cambi che nell’atteggiamento dei suoi. Alla fine è Keita Balde a risultare decisivo con l’azione che porta al pareggio di Jankto e con il rigore procurato per il 2-1 di Gabbiadini. Alla fine c’è pure l’immeritato 3-1 di Thorsby su papera di Silvestri. Nulla contano nel finale i miracoli di Audero e il palo di Dawidowicz.
È un Verona dalle due facce. Primo tempo meraviglioso, secondo inguardabile, con Ranieri che ha imbrigliato Juric proprio come aveva fatto per tutta la gara d’andata. E ora nemmeno il nono posto è così sicuro.

Damiano Conati

Damiano Conati
Sono nato a Verona nel 1982, sono sposato e ho tre bellissimi bambini. Laureato in Scienze della comunicazione, sono iscritto all'Ordine dei Giornalisti dal 2005. Giá collaboratore di molte testate locali, presidente di una società di basket, ho vissuto tre anni in missione in Brasile e attualmente lavoro come operatore sociale in Caritas Verona.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*