VERONA vs NOVARA 0-4

Stefano Pozza

La 14^ giornata del campionato di Serie B vede scendere il campo l’Hellas Verona contro il Novara. 

Gli ospiti arrivano da un periodo molto negativo, ed oggi può essere la partita decisiva per la permanenza sulla panchina Piemontese di mister Roberto Boscaglia. Un buon gruppo di giocatori, con Galabinov, Sansone, e francamente non si capisce come mai siano caduti in disgrazia.

Il Verona parte bene, mantiene il pallino del gioco, e si rende più volte pericoloso, soprattutto con cross dalle fascie. Al 16° però il Novara passa in vantaggio con gol di Casarini, azione viziata da un netto fuorigioco. 

Non si capisce come il direttore di gara e i suoi collaboratori non siano riusciti a vedere un vizio così clamoroso. La partita riprende con il Verona che torna ad attaccare, ma si espone chiaramente a veloci e pericolose ripartenze degli avversari. 

Manca la precisione, talvolta vengono commessi anche errori grossolani tra i gialloblù, su tutti una sciocchezza di Bianchetti. É poi difficile giocare contro una squadra che difende a sei. Si chiude una mediocre prima frazione di gara, con l’Hellas in svantaggio per 1 a 0. 

Nel secondo tempo la sinfonia non cambia, i gialloblù non riescono a bucare la difesa avversaria, commettendo errori talvolta anche ridicoli. Al 10° il Verona sostituisce Fossati con Luppi. 16° fuori Valoti dentro Ganz. 

La situazione si complica ulteriormente al 19°, con il Novara che raddoppia con Viola. La difesa del Verona fa trovare colpevolmente impreparata. Al 24° fuori Caracciolo (infortunato) dentro Maresca. 

Al 30° arriva addirittura il 3 a 0 con rete di Faragò. Ma non é finita: arriva al 41° il 4 a 0, con un bel gol di tacco di Galabinov. Brutto Verona, che dopo il primo goal subito non ha più capito nulla. Brutta prova per Romulo e Bianchetti, vistosamente impreparati a giocare la partita di oggi. 

La realtà è che non riusciamo ad essere pericolosi con i calci piazzati, che sono l’unica soluzione per colpire una squadra che difende con sei giocatori. Speriamo sia stato solo un incidente di percorso, ma quello che é sicuro, é che la squadra di Pecchia dovrà lavorare duramente la prossima settimana per recuperare la deludente prestazione di oggi, un 3 a 0 contro una squadra profondamente in crisi. 

É necessario un profondo bagno di umiltà, perché come più volte dichiarato dagli stessi giocatori, questa squadra non ha ancora fatto nulla! Degno di nota e migliore in campo il difensore Caracciolo.

CONDIVIDI
Stefano Pozza
Dopo il diploma di maturità classica, mi sono laureato in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Padova. Dal marzo 2012 sono iscritto all'Ordine dei Giornalisti, elenco pubblicisti. Nella vita di tutti i giorni lavoro come Buyer, e coltivo due grandi passioni: la politica e il giornalismo.

LASCIA UN COMMENTO

*