Zigoni controcorrente: “Toni non mi fa impazzire”

De gustibus. Gianfranco Zigoni nella vita e nella carriera è sempre stato un ribelle. Ed i suoi pareri non sono mai banali. Su Luca Toni è una voce fuori dal coro visto che, tra mille celebrazioni per il vizio del gol che non va mai via, lui che è il miglior vecchio d’Europa, non lo esalta certamente per Tuttomercatoweb.com. “Sono contento che faccia il bene del Verona, che rimanga tutta la vita con questa maglia se continua così. Come giocatore non mi fa impazzire”.
Ah no?
“Ma no; fa gol, lo apprezzo per quello, ma come stile sono per altri giocatori. I Sivori, i Van Basten, i Cruyff”.
Beh, qui siamo però su altri livelli, Zigoni.
“Chiaro. Lo dico col massimo del rispetto: ai miei tempi io non entravo in campo per fare gol ma per farlo fare. Sono un buono, ero il più forte e dovevo dare una mano ai miei compagni. Però, tornando all’argomento principale, posso solo parlare bene di Toni, ma non vado allo stadio per vederlo giocare: ripeto, io sono per un altro calcio, in questo Verona non c’è un giocatore di qualità che valga la pena esser elevato al ruolo di campione. Come stile non è il mio preferito, non divento matto nel vederlo. Ma finché segna va bene…”.
Sì, ma chi le piace.
“Totti, Pjanic, Gervinho. Sono giocatori che valgono la pena d’esser visti. E lo dico perché oltre che per il Verona sono anche romanista. Ma simpatizzo anche Inter, Brescia, Genoa ed anche Milan, visto che ci gioca mio figlio”.

LASCIA UN COMMENTO

*