Mercato: Dimarco, Empereur, Colley, Ilic, Günter, Zaccagni, Lovato, Ramirez (Parte 1)

Molte le voci di mercato uscite in questi giorni. D’altronde, tranne il commissario tecnico italiano Roberto Mancini, in tanti guardano con interesse in casa Hellas e studiano i profili scoperti da D’Amico e lanciati da Juric. Andiamo a fare il punto sulle ultime situazioni di calciomercato.

Federico Dimarco. Il Verona lo prenderà per 6,5 milioni di euro. L’Inter, si sa, non ha alcun diritto di controriscatto sul terzino, però recentemente è spuntata una clausula in cui avrebbe mantenuto il 50% di guadagno sull’eventuale futura rivendita da parte del Verona. Tanto, troppo. Anche perché l’Hellas dovrebbe pensare di rivenderlo in futuro per 13 milioni per non chiudere l’operazione in perdita.
Ecco che l’idea nerazzurra, che a giugno perderà Young, è quella di proporre all’Hellas di non riscattare Dimarco, di lasciarlo a Milano e di girare al Verona un altro giovane o uno sconto importante su Salcedo. Palla a D’Amico. Le scelte sono due: accettare la proposta dell’Inter oppure prendere Dimarco per tenerlo, come investimento negli anni e non come potenziale plusvalenza futura.

Alan Empereur. Prestato per 500mila euro, sul difensore il Palmeiras si è tenuto il diritto di riscatto. Diritto che diventerà obbligo per altri 2,5 milioni se il giocatore dovesse disputare entro giugno il 50% delle partite del Verdão. Cosa che lentamente sta avvenendo. Ma su Empereur non finisce qui: dal Giappone sono arrivate le prime manifestazioni di interesse, ma anche il Betis Siviglia ha chiesto informazioni. Brasile, Giappone, Spagna: il futuro di Empereur pare sempre più lontano da Verona.

Ebrima Colley. “Ci sono delle cifre già stabilite tra club: 1.5 per il prestito, 12.5 per il riscatto, più o meno. O riscattano o rinnovano il prestito, ci puntano. C’erano state richieste anche a gennaio ma il Verona vuole tenerlo”. Ha detto tutto il suo procuratore a Tmw, facendo chiarezza anche sulle cifre. Non è un mistero che a Juric il giovane gambiano piaccia tantissimo.

Ivan Ilic. In questi giorni se ne sono sentite di ogni tipo intorno al centrocampista serbo. Le cifre, mai confermate ufficialmente, comunque sono vicine ai 10/12 milioni per il riscatto da parte del Verona e del doppio per il controriscatto City. L’impressione è che il Verona voglia investire la somma prevista, lasciando poi a Guardiola la scelta sull’eventuale recompra. Occhio al Barcellona, che da lontano segue la trattativa con grande interesse.

Fine prima parte. Vedi parte 2

Damiano Conati

Damiano Conati
Ho 34 anni, sono sposato da 10 e ho tre bellissimi bambini. Laureato in Scienze della comunicazione, sono iscritto all'Ordine dei Giornalisti dal 2005. Giá collaboratore di molte testate locali, presidente di una società di basket, ho vissuto tre anni in missione in Brasile e attualmente lavoro come operatore sociale in Caritas Verona.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*